Papa Giovanni XXIII e il Concilio

Convocando il XXI Concilio ecumenico, papa Roncalli non aveva alcuna intenzione di cambiare nemmeno uno iota della dottrina cattolica – ovviamente.

Nel discorso inaugurale Gaudet Mater Ecclesia, che aprì la Sessione I del Concilio, Giovanni XXIII disse:

«Il ventunesimo Concilio Ecumenico […] vuole trasmettere integra, non sminuita, non distorta, la dottrina cattolica […] senza nulla togliervi, in quella maniera accurata di pensare e di formulare le parole che risalta soprattutto negli atti dei Concili di Trento e Vaticano I; occorre che […] questa dottrina certa ed immutabile, alla quale si deve prestare un assenso fedele, sia approfondita ed esposta secondo quanto è richiesto dai nostri tempi».

Era l’11 ottobre 1962. Continua a leggere