Verbum panis = heresy

Caricato il 07 dic 2008 da Giovanni da Rho – Saying “Verbum panis factum est” favours the heresy of impanation. Please read:

http://www.newadvent.org/cathen/07694a.htm

“Verbum caro factum est” dicit Spiritus in Evangelio Ioannis.
Verbum panis factum est?
Verbum = Filius aeternus Patris = secunda Persona Sanctissimae Trinitatis.
Caro = homo.
Verbum = natura divina, caro = natura humana.
“Verbum caro factum est” = mysterium incarnationis = hypostatica unio duarum naturarum in persona Christi.
Continua a leggere

Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria

O Maria, Madre mia amabilissima, io figlio tuo mi offro oggi a Te, e consacro per sempre al Tuo Cuore Immacolato tutto quanto mi resta di vita, il mio corpo con tutte le sue miserie, la mia anima con tutte le sue debolezze, il mio cuore con tutti i suoi affetti e desideri, tutte le preghiere, fatiche, amori, sofferenze e lotte, in special modo la mia morte con tutto ciò che la accompagnerà, i miei estremi dolori e la mia ultima agonia.

Tutto questo, Madre mia, lo unisco per sempre e irrevocabilmente al Tuo amore, alle Tue lacrime, alle Tue sofferenze!

Madre mia dolcissima, ricordati di questo Tuo figlio e della consacrazione che fa di se stesso al Tuo Cuore Immacolato, e se io, vinto dallo sconforto e dalla tristezza, dal turbamento o dall’angoscia, arrivassi qualche volta a dimenticarmi di Te, allora, Madre mia, Ti chiedo e Ti supplico, per l’amore che porti a Gesù, per le Sue Piaghe e per il Suo Sangue, di proteggermi come figlio Tuo e di non abbandonarmi fino a quando io non sia con Te nella gloria. Amen.

Consacrazione della Famiglia al Sacro Cuore di Gesù

O Gesù, che hai manifestato a Santa Margherita Maria il desiderio di regnare con il tuo Cuore sulle famiglie cristiane, vogliamo oggi proclamare la tua regalità d’amore sulla nostra famiglia.

Noi tutti vogliamo vivere, d’ora innanzi, come Tu vuoi, vogliamo far fiorire nella nostra casa, le virtù alle quali hai promesso la pace quaggiù.

Vogliamo tener lontano da noi tutti quello che è in contrasto con Te.

Tu regnerai sul nostro intelletto, per la semplicità della nostra fede; sui nostri cuori per l’amore continuo che avremo per Te e che ravviveremo ricevendo spesso la Santa Comunione. Continua a leggere

25 maggio 1899, consacrazione al Sacro Cuore

Oggi ricorre il 115° anniversario della memorabile Enciclica “Annum Sacrum” di Leone XIII, sulla consacrazione dell’umanità al sacro Cuore di Gesù.

Il Sommo Pontefice ordinava che in ogni parrocchia si recitasse pubblicamente, al termine del triduo al Sacro Cuore, la seguente formula, che ancora oggi volentieri rinnoviamo.

Formula di consacrazione da recitarsi al sacratissimo Cuore di Gesù

O Gesù dolcissimo, o redentore del genere umano, riguardate a noi umilmente prostesi dinanzi al vostro altare.

Noi siamo vostri, e vostri vogliamo essere; e per poter vivere a voi più strettamente congiunti, ecco che ognuno di noi oggi si consacra al vostro sacratissimo Cuore.

Molti purtroppo non vi conobbero mai; molti, disprezzando i vostri comandamenti, vi ripudiarono.
O benignissimo Gesù, abbiate misericordia e degli uni e degli altri; e tutti quanti attirate al vostro Cuore santissimo.

O Signore, siate il re non solo dei fedeli che non si allontanarono mai da voi, ma anche di quei figli prodighi che vi abbandonarono; fate che questi quanto prima ritornino alla casa paterna, per non morire di miseria e di fame.

Siate il re di coloro che vivono nell’inganno dell’errore o per discordia da voi separati: richiamateli al porto della verità e all’unità della fede, affinché in breve si faccia un solo ovile sotto un solo pastore.

Siate il re finalmente di tutti quelli che sono avvolti nelle superstizioni del gentilesimo, e non ricusate di trarli dalle tenebre al lume e al regno di Dio.

Largite, o Signore, incolumità e libertà sicura alla vostra chiesa, largite a tutti i popoli la tranquillità dell’ordine: fate che da un capo all’altro della terra risuoni quest’unica voce: sia lode a quel Cuore divino da cui venne la nostra salute; a lui si canti gloria e onore nei secoli.

Così sia.

Atto di intronizzazione

Signore Gesù Cristo, Re dell’Universo, Redentore del genere umano, guarda noi prostrati ai Tuoi piedi ‐ Ti rendiamo onore e adorazione. Giuriamo di prendere cura, con la nostra vita, della Tua gloria e in quel modo ringraziarTi della Tua infinita Misericordia, la quale mostri di generazione in generazione.

Solennemente eleggiamo Te, o Gesù Cristo, nostro SIGNORE e RE, perché grandi cose hai fatto per noi… Di nuovo giuriamo di venerare Tua Madre ‐ il visibile segno del bell’Amore di Dio ‐ quale nostra SIGNORA e REGINA.
Continua a leggere