Perdonaci, Spirito Santo!

Perdonaci, Spirito santo, che sei Dio: quando veniamo a chiedere il Sacramento del Battesimo, come se chiedessimo di essere iscritti a un’associazione, come se il peccato originale non esistesse affatto, come se potessimo essere redenti senza nemmeno essere battezzati. Abbi pietà di noi!

Perdonaci, Spirito santo, che sei Dio: quando veniamo a chiedere il Sacramento della Pentitenza, come se facessimo solo un colloquio con il Sacerdote, come se non avessimo alcun peccato da farci realmente rimettere, come se potessimo essere perdonati tacendo alcune colpe o mantenendo invero qualche volontà di peccare. Abbi pietà di noi!

Perdonaci, Spirito santo, che sei Dio: quando veniamo a ricevere il Sacramento dell’Eucarestia, come se mangiassimo un qualsiasi pezzo di pane o solo un pio simbolo, come se la nostra anima non avesse bisogno di un vero nutrimento spirituale, come se potessimo nutrirci del Corpo del Signore senza amare Dio con tutto il cuore e il prossimo come noi stessi. Abbi pietà di noi!

Perdonaci, Spirito santo, che sei Dio: quando veniamo a chiedere il Sacramento della Cresima, come se chiedessimo di essere liberati dai limiti dell’infanzia, come se l’istruzione cristiana terminasse e la pratica dei sacramenti si interrompesse, come se da quel momento in poi potessimo fare i comodi nostri, come se non ricevessimo, insieme ai sette santi Doni, l’obbligo di usarli con coraggio e coerenza a maggior gloria di Dio. Abbi pietà di noi!

Perdonaci, Spirito santo, che sei Dio: quando veniamo a chiedere il Sacramento dell’Estrema Unzione, come se chiedessimo solo la guarigione del corpo o il passaporto diretto per il paradiso, come se tutta una vita di peccato non esigesse vera conversione e vera espiazione, come se in cinque minuti ciascuno di noi avesse la possibilità o l’occasione di raddrizzare una vita storta. Abbi pietà di noi!

Perdonaci, Spirito santo, che sei Dio: quando veniamo a chiedere il Sacramento dell’Ordine, come se chiedessimo di essere iscritti a un albo professionale, come se il Signore non inviasse e non conferisse un vero mandato da osservare, come se potessimo annunciare e celebrare noi stessi o il sentire comune, anzichè essere gli strumenti per conferire all’umanità la divina grazia dell’unico Signore. Abbi pietà di noi!

Perdonaci, Spirito santo, che sei Dio: quando veniamo a chiedere il Sacramento del Matrimonio, come se chiedessimo solo un timbro o una cerimonia elegante, come se la vita coniugale non fosse un’ardua via di vera santificazione, come se non esistesse l’obbligo della procreazione dei figli e della fedeltà, come se il “matrimonio” fosse un patto revocabile secondo l’arbitrio umano, come se Dio non avesse realmente costituito i due sposi in una sola carne per sempre. Abbi pietà di noi!

+

Perdonaci, Spirito santo, che sei Dio, per ogni volta che banalizziamo i tuoi Sacramenti e per ogni volta che li trascuriamo. Abbi pietà di noi!

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...